A proposito di me…

Diceva Čechov che nei certificati di nascita è scritto dove e quando un’ uomo viene al mondo, ma non vi è specificato il motivo e lo scopo. Io sono nato una fredda mattina di novembre del 1962, il giorno 18 per la precisione…e per l’appunto, a tutt’oggi , mi sforzo di comprenderne sia i motivi che il fine.   Era domenica  verso le dieci e venti ,  dentro una clinica dedicata a San Michele Arcangelo e…spero , sotto la sua vigile protezione. Quel giorno il sole era sorto intorno alle sette , all’Olimpico la mitica Fiorentina che allora giocava in serie A avrebbe incontrato la Roma pareggiando per due a due.
Lo stesso giorno, prima che il sole tramontasse, sarebbe morto a Copenaghen il noto premio Nobel per la fisica Niels Henrik David Bohr in onore del quale fu intitolato un elemento della tabella chimica di Mendeleev, il Bohrium, presente tra gli elementi transuranici con il numero atomico 107.   Infine quello stesso giorno , per i tipi della famosa collana di fantascienza “ Urania “ venivano pubblicati i racconti : Metà Luna e Metà Marte ( n. 295 prezzo di lire 150 ) di Judith MERRIL e Richard MATHESON. ( entrambi le storie ruotano intorno all’evento della nascita d’un bambino ).

Cos’altro posso dire di me? In effetti non è del tutto vero quello che ho scritto prima. Forse non sono nato una volta sola ma più volte e in diversi istanti , ognuno dei quali è legato ad una mia poesia fiorita nell’ anima. Ve ne accorgerete presto. Qui ne troverete molte, mi auguro insieme a bellezza,   emozioni, passioni e suggestioni positive. Sono questi  versi  che mi risanano ed i vostri apprezzamenti, soavi  come una dolce carezza sul cuore ,  come un raggio di sole che brilla incantato.

E l’amore mi piace indagare  in tutte le sue infinite sfumature.

Antonio  Fasolo